• ...benvenuti a voi che passate per questa mia casa, entrate in silenzio e con calma, sedetevi e ascoltate ogni respiro perso in ogni stanza,troverete solo serenità e bellezza fatta di cose vere e semplici.Una casa abitata da felini dagli occhi d'oro e dal manto argento-blu, il colore della luna piena d'agosto. Accarezzare un gatto, affondare il viso e aspirare il loro essere ci fa sentire la libertà cos'è.Il certosino è la sentinella dei nostri sogni, nessun incubo potrà introfularsi nel nostro sonno, e il risveglio sarà dolce come i suoi occhi che ci guardano con amore...
  • 1

una canzone... Guccini ovviamente!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rea de la Sciamana

 

 

La vita quotidiana ti ha visto e già succhiato
come il caffè che bevi appena alzato
e l' acqua fredda in faccia cancella già i tuoi sogni
e col bisogno annega la speranza
e mentre la dolcezza del sonno si allontana,
inizia la tua vita quotidiana...

RUGHE....

ELORA  DE  LA  SCIAMANA

 

Vedo il tuo sguardo che all'improvviso si fa strano, mi guardi come se mi vedessi per la prima volta.
La tua mano si solleva e con dolcezza mi accarezzi il viso e la tua voce è quasi un sussurro.....
" ma hai le rughe"
Ti guardo e il mio cuore trabocca di un amore infinito per te, fa nulla se son ben 43 anni che viviamo uniti in un solo essere è sempre uguale e basta.
Ti guardo e ti parlo piano, prima con il cuore e poi con la voce.
" si, ho le rughe, tu hai le rughe, ma vedi ci sono rughe e rughe"
Ci sono rughe incise che lasciano solchi duri che attraversano la carne e arrivano al cuore, sono quelle del dolore e nulla le potrà attenuare ma ci sono rughe lievi fatte di sorrisi e quelle sono tante.
Quelle rughe che a ogni sorriso ti fanno bene, non c'è crema che le possa togliere, non vorrei mai toglierle.
Sono rughe pieni di ricordi, di abbracci e di "ti voglio bene", sono quelle che si amano e che ogni mattina si rincorrono in ora in ora e che alla fine non si vedono nemmeno più.
Si, abbiamo le rughe, sono quelle che ci fanno capire che abbiamo vissuto e che continuiamo ad andare avanti giorno per giorno.
Quelle brutte non le nascondiamo, siamo Guerrieri orgogliosi di noi stessi, abbiamo combattuto, combattiamo ogni giorno ma non temiamo la sconfitta perchè siamo insieme, sappiamo appoggiarci uno all'altra e questo fa di noi una cosa sola.
Si amore mio, ho, abbiamo le rughe ma noi ci vediamo sempre con gli occhi di due ragazzi ventenni e è solo uno stupido specchio che ci dice il contrario....

La bimba di ghiaccio

Spike de la Sciamana e la sua nuova sorellina umana

 

Come ogni mattina si svegliò da sola, apri gli occhi sul bianco lattiginoso che entrava dai vetri ricamati dalla brina.
La luce filtrava a malapena abbracciata al freddo che subito la ricacciò sotto alle coperte.
Come ogni mattina iniziò la guerra contro se stessa nell'abbandonare la protezione calda del letto.
Il freddo era glaciale nella stanzetta, solo un letto e tante coperte con lei sotto vestita.....
Già, anche l'andare a dormire era un'avventura, ogni sera c'erano troppi letti da scaldare e la " monega" con il braciere di rame colmo di braci ardenti andava a chi arrivava prima.
Caterina alla fine si alzò e lo fece quasi di corsa, scese le scale e si fiondò in cucina, la stufa emanava ancora un debole tepore, prese dei legnetti leggeri e il fuoco brillò subito.
Sulla stufa c'era la pentola con la minestra delle sera prima, la sua colazione, odiava la minestra con quel lardo galleggiante a mò di contorno e che le rimaneva dentro con quel suo sapore da schifo.
Anche il lavarsi era un'avventura, in casa non c'era acqua corrente, solo un secchio di rame che ogni volta si doveva riempire alla fontana e che d'inverno era un'agonia.
La fontana si trovava vicino alla galleria che portava al cimitero, nei racconti serali fatti dalle anziane i morti erano così vivi da far paura...
Morti che lei vedeva uscire dalla galleria solo per il gusto di farla rabbrividire di paura, erano talmenti veri che lei sapeva i nomi e li pregava di non prenderla mentre l'acqua usciva come un filo a riempire il secchio.
Cacciò le manine nel serbatoi dell'acqua della stufa e si strofinò la faccia, sapeva che era poco ma doveva accontentarsi, cercò il pettine e si strigliò i capelli tagliati a scodella, ci pensava suo padre quando tornava dalla Svizzera a tagliarli così...
Per fortuna Caterina non conosceva altro, non aveva desideri, non si può volere quello che non si conosce.
Non sapeva Caterina che c'era tutto un altro mondo fatto di abbracci e di caldo, di stanze dove non c'era mai freddo e acqua calda a volontà.
Non capiva ma accettava il suo essere sempre sola, lei era quella che nessuno voleva accanto, nei giochi era sempre l'ultima a essere scelta e alla fine la sua solitudine era diventata la sua migliore amica.
Diventare grande senza punti di riferimento era dura ma Caterina non lo sapeva, lei dialogava con i suoi libri e anche se le mani alla fine diventavano insensibili per il freddo non smetteva, bastava isolarsi e tutto spariva e diventava magico.
Un mondo fatto solo per lei e da lei.
Chissà dov'è finita quella bimba fatta di ghiaccio, quella bimba che scappava da ogni abbraccio perchè aveva paura del calore che dava......

 
 
 
 
 
 

EXPO/ LUCCA 2019

Club del Certosino Italiano/ Lucca 2019

 

Oggi sono ritornata a casa dopo aver partecipato per la prima volta a una expo felina.
Dopo ben 21 anni di Grigioni ho voluto vivere questa esperienza e quale occasione migliore se non una speciale Chartreux?
Ma non voglio parlare dei nostri Grigioni che, credetemi, hanno vinto tutto, ma di noi umani.
Questi due giorni a Lucca resteranno nel mio cuore, un gruppo di persone entusiaste e felici di essere assieme e con un unico denominatore comune, i Grigioni!
Tutti abbiamo tifato, i Grigioni sul palco erano di tutti noi, bastava che fossero Certosini e non importava il nome e l'appartenenza erano nostri e basta.
Insomma, è stata una vera festa, persone che sono partite da Udine, Bergamo, Roma, Rovereto, Verona e altre città tutte per trovarsi a Lucca per festeggiare la razza Chartreux e per gioire delle vittorie di tutti.
Ho conosciuto fisicamente persone che conoscevo solo virtualmente, ho riabbracciato altre che non vedevo da tempo, una festa bellissima in cui non ci siamo fatti mancare nulla, dal buffet a pranzo alla pizza la sera mangiata stretti stretti in un locale piccolissimo ma dove le pizze sono favolose.
Felice io di far parte del Club Certosino Italiano e di avere al mio fianco persone così speciali.
Ci sono poi cose che ti accadono, ti emozionano e ti fanno riflettere e commuovere il solo pensarle.
Ieri c'era tantissima gente che passava e guardava, tantissimi bambini con occhioni sgranati dove si leggeva un amore grande per tutti i gatti esposti.
Una bimba cercava di accarezzare le mie due Sciamanine ma ovviamente non poteva, allora l'ho fatta venire accanto a me e le ho messo in braccio Dulcinea.
Mentre Dulcinea e la bimba si "parlavano" io parlavo con la mamma della bimba e era come se ci conoscessimo da sempre, un dialogo fatto con voce ma sentito con il cuore e anche i due abbracci e le lacrime spuntate nei nostri occhi dimostrano semplicemente che tra simili ci si ritrova,,, sempre
namastè.........

Contatti

ALLEVAMENTO AMATORIALE

CON AFFISSO


GATTI CERTOSINO DE LA SCIAMANA

BRESCIA

DI SEGUITO GLI UNICI CONTATTI VALIDI

+39 377.6874616

TUTTE LE MIE GRIGIE e GLI STALLONI SONO STATI TESTATI TRAMITE PRELIEVO EMATICO PER IL RENE POLICISTICO (PKD GENETIC TEST) al laboratorio VETOGENE di MILANO, ECOGRAFICAMENTE PER HCM, ovviamente testati anche per FIV, FELV

Sono anche membro del Club del Certosino

GATTINI DISPONIBILI

CONTATTAMI QUI!

tel: 377.6874616

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Salva

Salva

Foto

RAMESSE DEL BORGO MATTO

ELORA E BODI DHARMA DE LA SCIAMANA

ZOE DE LA SCIAMANA

tanus

TANUS DI SANTA FIORA

TRE CUCCIOLI NATI DA BODI DHARMA E DA TANUS DI SANTA FIORA

REBECCA DEL BORGO MATTO

BODI DHARMA

" Perle d'Ambra in uno scrigno di grigia bellezza "

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Da sapere!

Quando si decide di acquistare un gattino da compagnia di razza è bene non farsi prendere dall’entusiasmo e dalla frenesia di avere subito un cucciolo da portare a casa ed effettuare invece una ricerca facendo particolarmente attenzione ad alcuni aspetti molto importanti onde EVITARE DI ESSERE TRUFFATI oltre che ASSICURARSI DI ACQUISTARE UN GATTINO SANO. Accertarsi sulla salute del cucciolo che si desidera acquistare vi eviterà dispendiose cure veterinarie in seguito.

DA CHI ACQUISTARE IL CUCCIOLO
Se volete comprare un cucciolo di razza è consigliabile cercare un allevamento “serio”. Non sostenete i negozi che vendono animali, perché i cuccioli che vedete dai negozianti sono cuccioli quasi certamente provenienti dal traffico d'animali oppure da pseudoallevamenti che producono cuccioli “in batteria” solo per essere venduti nei negozi ad un prezzo basso e siate cauti nei confronti di annunci su siti commerciali, in entrambi i casi potreste finire con un gattino malato e/o svezzato troppo presto. In ogni caso, contattate più di un allevatore prima di comprare un cucciolo e cercate un allevatore disponibile a fornirvi tutta la documentazione, le informazioni e le garanzie necessarie, parlate con lui anche di eventuali problemi di salute legati alla razza che vi interessa. Assicuratevi che siano stati effettuati tutti i test, genetici e non, sui genitori che il cucciolo sia stato sverminato e che abbia completato il ciclo delle prime vaccinazioni, che sia cresciuto con amore, in un luogo pulito e igienico e non in una gabbia. Se possibile, prima di acquistare un gattino, visitate l'allevamento e se intuite che qualcosa ''non va'' in un allevatore, cercatene altri.


QUANTO COSTA UN CUCCIOLO DI RAZZA?

Non è facile rispondere a questa domanda: dipende dalla razza (se è più o meno diffusa), dalla genealogia (il cucciolo potrebbe essere figlio di campioni e frutto di un lavoro di selezione in alta genealogia) e dall'allevatore. In genere in allevamento il prezzo di un cucciolo “da compagnia” può oscillare tra 600 e i 1.000 €.e. Acquistando il cucciolo da un privato la cifra può scendere, ma spesso i privati non presentano la stessa serietà degli allevatori ed è più facile trovare cuccioli che non abbiano tutte “le carte in regola”. Un acquisto dettato esclusivamente da una cifra allettante potrebbe non rivelarsi la scelta migliore, se tutto quello che avete risparmiato all'atto dell'acquisto lo dovete poi spendete in visite, esami ed interventi veterinari. Inoltre il costo di un gatto di razza non può essere determinato dalla presenza o meno del pedigree: il pedigree non ha un costo così elevato da giustificare dei prezzi bassi quando il gatto viene ceduto senza. Il costo reale del pedigree è di circa 15 -20 €.

CON PEDIGREE o SENZA?
Chi desidera un cucciolo da compagnia e non è interessato alla riproduzione o alle esposizioni feline, spesso ritiene che il pedigree sia inutile e in effetti, se il gatto verrà sterilizzato e passerà il resto della sua vita in casa, il pedigree “nella pratica” non servirà a niente. Va però ricordato che IL PEDIGREE È L'UNICO DOCUMENTO CHE ATTESTA CHE IL VOSTRO CUCCIOLO È DI RAZZA. Il pedigree è il certificato di iscrizione del gatto al Libro delle Origini (LO) di una determinata associazione felina. Questo significa che sul pedigree viene riportato l'albero genealogico del vostro gatto fino a molte generazioni indietro e viene così tenuta traccia della sua linea di sangue, pertanto solo il pedigree potrà garantirvi che il gattino appartenga realmente alla razza scelta. Se non avete alcuna preparazione specifica sulle razze feline potrebbero rifilarvi un meticcio spacciandolo per un gatto di razza. Acquistare un gatto con pedigree significa essere tutelati da eventuali truffe. E’ bene ricordare che per “gatto di razza” si intende un gatto in possesso di pedigree, pertanto chi promuove la vendita di cuccioli di razza senza pedigree infrange la legge italiana – Decreto Legge: DLG 529/1992 ART. 51 -

TEST DA RICHIEDERE
Per assicurarsi che il cucciolo che state acquistando sia sano, ci sono alcuni test che potete e dovete richiedere. Si tratta di test che vengono effettuati sui riproduttori, quindi validi per tutte le cucciolate: non vi è quindi la necessità di testare ciascun cucciolo se i genitori risultano negativi a tutti i test. Il test principale da richiedere è il FIV/FeLV. La FIV è in sostanza l'HIV dei gatti, mentre la FeLV è la leucemia felina. Sono patologie sostenute da virus trasmissibili da gatto a gatto, patologie incurabili e con prognosi infausta. Esistono poi delle patologie genetiche, come ad esempio la PKD nei Persiani e la HCM nei Maine Coon che colpiscono rispettivamente i reni e il cuore.

Salva

Salva

Salva

Salva