• ...benvenuti a voi che passate per questa mia casa, entrate in silenzio e con calma, sedetevi e ascoltate ogni respiro perso in ogni stanza,troverete solo serenità e bellezza fatta di cose vere e semplici.Una casa abitata da felini dagli occhi d'oro e dal manto argento-blu, il colore della luna piena d'agosto. Accarezzare un gatto, affondare il viso e aspirare il loro essere ci fa sentire la libertà cos'è.Il certosino è la sentinella dei nostri sogni, nessun incubo potrà introfularsi nel nostro sonno, e il risveglio sarà dolce come i suoi occhi che ci guardano con amore...
  • 1

COME UN'APE

 

 

 

 

 

 

 Se dovessi dire a quale animale assomiglio direi senza esitare a un'ape.
Sono un'ape, mi sento un'ape.
Sono quella che guarda e annusa, mi avvicino piano e ascolto le vibrazioni che emanano le persone.
Chiudo gli occhi e lascio che la mia aura spazi in cerchi senza freni, cerco il nettare più buono, quello che mi fa vivere.
Come una ladra succhio il miele della vita in ogni suo essere.
Sono quella che vaga alla ricerca del sapere e del vivere piano.
Volo da persona a persona e prendo quello che mi offrono, la loro allegria diventa la mia, il loro dolore lo metto sulle spalle e li aiuto nel difficile cammino.
Li aiuto sapendo che il torna conto sarà alto, una consapevolezza del vivere giorno per giorno come meta da raggiungere assieme alla gioia di avere vissuto.
Come un'ape cerco il sole ma amo la notte più buia e fredda, perchè nel gelo vivono i ricordi più lunghi e antichi.
Come un'ape mi ubriaco di serenità e di certezze, salvo poi buttarle al primo dubbio che mi strazia il cuore.
Come un'ape cerco rifugio in arnie non mie, credi fatti su misura e per i quali non ho mai pregato.
Da sempre inginocchiata all'altare del chiedere, del dubbio e del sapere, snobbata da sempre dalla verità, come un'ape cerco cibo e non solo per la pancia...
Restia a pungere sapendo che ne morirei, ma sempre pronta a partire in guerra.
Come un'ape succhio il disagio di essere così, sbagliata e ingombrante nella mia sola e sempre mille vite.....

SIAMO TUTTI FOGLIE SU UN ALBERO...

 

 

 

Lena guarda la pioggia, i vetri rigati sembrano piangere la fine dell'estate.
Una pioggia lenta e continua  lava la polvere di un'estate mai iniziata.
Lena va a ritroso, sono tanti i giorni vissuti con il batticuore, tante le corse e il non permettersi di ascoltarsi.
Solo ora può fermarsi, come foglie può raccogliere quello che ha sparso lungo il caldo dell'estate.
Oggi ha parlato con suo fratello, oggi l'ha visto piangere e la pena è stata grande.
Quel fratello che più i giorni passano più diventa piccolo, quel fratello che oggi le ha chiesto quello che non vuole sentire.
Il discorso è partito da lontano ma la realtà è una sola, puoi addolcirla, puoi stemprarla ma rimane sempre quella.
La solitudine fa riflettere e fa male, capisci ogni dolore e il sudore che ti bagna è la paura.
Si sente strana ma è serena, sa quello che deve fare, quello che farà, è riuscita ad abbracciare quel suo fratello così sfortunato, la malattia lo sta consumando e lei diventa più forte, per lui e per chi li sta a guardare dal cielo.
Ha affrontato con Luca il futuro, come se ce ne fosse uno, gli ha parlato di una casa albergo, guardandolo dritto negli occhi sostenendo quello sguardo spaventato, rispondendo che no, non sarà per sempre, ma quanto basterà a lui di stare meglio.
No, non si sente una bugiarda, Lena sa che ci sarà anche lei con lui, ripensa a tutti i giorni passati e si sente una trottola.
Ora è arrivato l'autunno, tempo di raccolto e di colori tenui, come le foglie sugli alberi pronte a cadere così vede suo fratello, la fine di una vita fatta solo di sbagli ma chi è lei per giudicare?
Ripensa a quelle lacrime, al suo abbraccio timido, al bacio lieve che le ha lasciato sulla fronte calda e sente  che anche lei è una foglia su un ramo....

LACRIME

 

 

La notte è lunga e fa veramente paura se tutte le ombre si sono fatte veli che ti avvolgono cercando di soffocarti.
Questo pensava Lena, seduta su una poltroncina nella stanzetta d'ospedale davanti alla grande finestra, mentre il temporale sfogava finalmente la sua ira su quella parte del mondo.
I lampi illuminavano a tratti la stanza rendendo il colore bianco delle lenzuola pozze di luce intermittenti nelle quali il viso di suo fratello risaltava come un Cristo in croce.
Un corpo quasi scheletrico, legato quasi fosse un leone, tubicini dal quale passano speranze di vita.
Una vita al margine, da sempre, questo dicono i tuoni, scelte di una vita randagia e senza regole, ora c'è la resa dei conti.
Lena si sente fatta a strati, ogni velo che si toglie sono ricordi.
Le lacrime scivolano con  facilità su quegli anni fatti  di dolore famigliare, la mamma e il papà, andati, quanto dolore per questo figlio, di sicuro il più amato perché  il più fragile.
Quante speranze quando è nato, Lena si chiude le mani sul collo quasi a trattenere un singhiozzo, ricorda ancora le lacrime di suo padre, un maschio, era nato IL MASCHIO!
Ma quante lacrime ha visto poi con gli anni sul viso di suo padre per quel figlio, mai di gioia, solo di dolore.
Quante giustificazioni, quante colpe date a se stesso per trovare un motivo per continuare a dare ancora e sempre.
Lena guarda quel viso così simile a suo padre e si sente mamma di quel fratello così sfortunato.
Sicuramente ognuno fa la scelta di vivere come vuole, ma forse c'è chi è nato già predestinato, lo guarda e pensa al medico della rianimazione, alle sue parole.
- Suo fratello ha la mia età, la mia generazione ha fatto la guerra, una sporca guerra chiamata eroina, un esercito di ragazzi ne è morto, un esercito continua a morirne e con loro le loro famiglie ...-
Già, anche le famiglie ne escono distrutte, non basta l'amore, a volte ci vuole di più....
I veli cadono uno a uno, Lena si sente vecchia e sola, si avvicina al letto e tenta una timida carezza, sa che l'accompagnerà fino a dove potrà..
La mano indugia su quel viso coperto di cerotti e dal respiro pesante, le dita raccolgono una lacrima scesa lungo la barba ispida, una lacrima solitaria o forse no.
Le piace pensare che siano mille le lacrime che scorrono dentro al cuore di questo uomo, purificandolo e rendendolo degno del perdono per accedere a un Paradiso se veramente esiste.....

CHAMUEL

 

REBECCA DEL BORGO MATTO

 

 

Io immagino sempre il vivere come un fiume, siamo in tanti, ci guardiamo, ci sfioriamo e tutti andiamo verso il mare.
Tutti abbiamo lo stesso orizzonte fatto di luce o di nubi minacciose, sta a noi fare la differenza.
Si fatica a stare a galla, c'è chi  va da solo, piano, piano, con la dignità dell'onestà e chi cerca di andare avanti aggrappandosi ad altri, incuranti del male che provoca.
C'è chi pensa solo a se stesso e chi lascia sempre il suo cuore aperto per assaporare lo scorrere del tempo con la serenità della consapevolezza.
Succede spesso di incontrare anime simili, basta una voce, un sorriso "visto" con il cuore e ti senti ricca di un'energia che ti fa stare a galla a guardare il sole.
Piano piano si forma una rete fatta di amicizia, di solidarietà e di condivisione, un'isola dove fermarsi nei giorni fatti solo di tempeste e di dolore.
Un'isola dove riposare e riprendere le forze per nuotare ancora, per dare ancora.....
La mia isola è grande, fatta di anime belle e buone, in questi giorni ho avuto anche un premio inaspettato, ho conosciuto un Angelo.
L'arcangelo Chamuel.
Un Angelo che apre le braccia a tutti, che da amore e che ci aiuta a cercare quello che vogliamo trovare.
Chamuel, occhi di Dio, e chi se non questa energia fatta solo d'amore può far stare a galla tutti?
Questa energia che ci fa simili, come radici sotterranee siamo legati con fili di luce, basta chiudere gli occhi e lasciarsi andare.
Dimenticare l'egoismo e sentire solo la gioia di vivere.
Permettere a noi stessi di tornare a essere anime e di accogliere l'energia dell'amore.
Grazie Gabriella, anche il tuo nome porta a un Arcangelo, grazie per esserti unita alla mia isola......
 

Contatti

ALLEVAMENTO AMATORIALE

CON AFFISSO


GATTI CERTOSINO DE LA SCIAMANA

BRESCIA

DI SEGUITO GLI UNICI CONTATTI VALIDI

+39 377.6874616

TUTTE LE MIE GRIGIE e GLI STALLONI SONO STATI TESTATI TRAMITE PRELIEVO EMATICO PER IL RENE POLICISTICO (PKD GENETIC TEST) al laboratorio VETOGENE di MILANO, ECOGRAFICAMENTE PER HCM, ovviamente testati anche per FIV, FELV

GATTINI DISPONIBILI

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Salva

Salva

Foto

RAMESSE DEL BORGO MATTO

ELORA E BODI DHARMA DE LA SCIAMANA

ZOE DE LA SCIAMANA

tanus

TANUS DI SANTA FIORA

TRE CUCCIOLI NATI DA BODI DHARMA E DA TANUS DI SANTA FIORA

REBECCA DEL BORGO MATTO

BODI DHARMA

" Perle d'Ambra in uno scrigno di grigia bellezza "

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Ultimi saluti

Ciao Cesy sono arrivata da te col cuore colmo di tristezza perché ferito da un’allevatrice che ci aveva promesso un cucciolo.... ce lo aveva fatto conoscere .... ci aveva fatto anche scegliere il nome .... per poi a pochi giorni dalla consegna decidere di non darcelo più senza alcuna giustificazione lasciandoci con la cuccia vuota..... ma tu hai ridato noi e a mio figlio il sorriso.... perché...
Ciao cesy....finalmente sono riuscita a mettere un' impronta pure io e.....sarò scontata ma conoscere la tua famiglia umana e certosina e' stata una gran cosa...mi hai dato Penelope e lei....e' fin dentro alle mie ossa...oltre che nel mio cuore ovviamente....ti ringrazierò all'infinito. Un bacio e a presto!
Ciao Cesy.....!
ciao Cesy...sono venuta a trovarti....te l'avevo promesso quando ci siamo viste a Caffaro. Ero certa che mi sarebbe piaciuto il tuo blog ....è un po' come perdersi in un mondo parallelo...un mondo fatato, come il tuo giardino dei ribes.... un bacione
Piccole,fantastiche,magiche creature..... Presto la nostra famiglia si allargherà, accogliendo un piccolo della Sciamana. Non vediamo l'ora che arrivi quel momento!

Da sapere!

Quando si decide di acquistare un gattino da compagnia di razza è bene non farsi prendere dall’entusiasmo e dalla frenesia di avere subito un cucciolo da portare a casa ed effettuare invece una ricerca facendo particolarmente attenzione ad alcuni aspetti molto importanti onde EVITARE DI ESSERE TRUFFATI oltre che ASSICURARSI DI ACQUISTARE UN GATTINO SANO. Accertarsi sulla salute del cucciolo che si desidera acquistare vi eviterà dispendiose cure veterinarie in seguito.

DA CHI ACQUISTARE IL CUCCIOLO
Se volete comprare un cucciolo di razza è consigliabile cercare un allevamento “serio”. Non sostenete i negozi che vendono animali, perché i cuccioli che vedete dai negozianti sono cuccioli quasi certamente provenienti dal traffico d'animali oppure da pseudoallevamenti che producono cuccioli “in batteria” solo per essere venduti nei negozi ad un prezzo basso e siate cauti nei confronti di annunci su siti commerciali, in entrambi i casi potreste finire con un gattino malato e/o svezzato troppo presto. In ogni caso, contattate più di un allevatore prima di comprare un cucciolo e cercate un allevatore disponibile a fornirvi tutta la documentazione, le informazioni e le garanzie necessarie, parlate con lui anche di eventuali problemi di salute legati alla razza che vi interessa. Assicuratevi che siano stati effettuati tutti i test, genetici e non, sui genitori che il cucciolo sia stato sverminato e che abbia completato il ciclo delle prime vaccinazioni, che sia cresciuto con amore, in un luogo pulito e igienico e non in una gabbia. Se possibile, prima di acquistare un gattino, visitate l'allevamento e se intuite che qualcosa ''non va'' in un allevatore, cercatene altri.


QUANTO COSTA UN CUCCIOLO DI RAZZA?

Non è facile rispondere a questa domanda: dipende dalla razza (se è più o meno diffusa), dalla genealogia (il cucciolo potrebbe essere figlio di campioni e frutto di un lavoro di selezione in alta genealogia) e dall'allevatore. In genere in allevamento il prezzo di un cucciolo “da compagnia” può oscillare tra 600 e i 1.000 €.e. Acquistando il cucciolo da un privato la cifra può scendere, ma spesso i privati non presentano la stessa serietà degli allevatori ed è più facile trovare cuccioli che non abbiano tutte “le carte in regola”. Un acquisto dettato esclusivamente da una cifra allettante potrebbe non rivelarsi la scelta migliore, se tutto quello che avete risparmiato all'atto dell'acquisto lo dovete poi spendete in visite, esami ed interventi veterinari. Inoltre il costo di un gatto di razza non può essere determinato dalla presenza o meno del pedigree: il pedigree non ha un costo così elevato da giustificare dei prezzi bassi quando il gatto viene ceduto senza. Il costo reale del pedigree è di circa 15 -20 €.

CON PEDIGREE o SENZA?
Chi desidera un cucciolo da compagnia e non è interessato alla riproduzione o alle esposizioni feline, spesso ritiene che il pedigree sia inutile e in effetti, se il gatto verrà sterilizzato e passerà il resto della sua vita in casa, il pedigree “nella pratica” non servirà a niente. Va però ricordato che IL PEDIGREE È L'UNICO DOCUMENTO CHE ATTESTA CHE IL VOSTRO CUCCIOLO È DI RAZZA. Il pedigree è il certificato di iscrizione del gatto al Libro delle Origini (LO) di una determinata associazione felina. Questo significa che sul pedigree viene riportato l'albero genealogico del vostro gatto fino a molte generazioni indietro e viene così tenuta traccia della sua linea di sangue, pertanto solo il pedigree potrà garantirvi che il gattino appartenga realmente alla razza scelta. Se non avete alcuna preparazione specifica sulle razze feline potrebbero rifilarvi un meticcio spacciandolo per un gatto di razza. Acquistare un gatto con pedigree significa essere tutelati da eventuali truffe. E’ bene ricordare che per “gatto di razza” si intende un gatto in possesso di pedigree, pertanto chi promuove la vendita di cuccioli di razza senza pedigree infrange la legge italiana – Decreto Legge: DLG 529/1992 ART. 51 -

TEST DA RICHIEDERE
Per assicurarsi che il cucciolo che state acquistando sia sano, ci sono alcuni test che potete e dovete richiedere. Si tratta di test che vengono effettuati sui riproduttori, quindi validi per tutte le cucciolate: non vi è quindi la necessità di testare ciascun cucciolo se i genitori risultano negativi a tutti i test. Il test principale da richiedere è il FIV/FeLV. La FIV è in sostanza l'HIV dei gatti, mentre la FeLV è la leucemia felina. Sono patologie sostenute da virus trasmissibili da gatto a gatto, patologie incurabili e con prognosi infausta. Esistono poi delle patologie genetiche, come ad esempio la PKD nei Persiani e la HCM nei Maine Coon che colpiscono rispettivamente i reni e il cuore.

Salva

Salva

Salva

Salva