• ...benvenuti a voi che passate per questa mia casa, entrate in silenzio e con calma, sedetevi e ascoltate ogni respiro perso in ogni stanza,troverete solo serenità e bellezza fatta di cose vere e semplici.Una casa abitata da felini dagli occhi d'oro e dal manto argento-blu, il colore della luna piena d'agosto. Accarezzare un gatto, affondare il viso e aspirare il loro essere ci fa sentire la libertà cos'è.Il certosino è la sentinella dei nostri sogni, nessun incubo potrà introfularsi nel nostro sonno, e il risveglio sarà dolce come i suoi occhi che ci guardano con amore...
  • 1

ANNALAURA

 

Nadia si alzò e il sogno ritornò dentro di lei…
Aveva sognato Annalaura….
Mamma mia, fece un rapido calcolo, erano ben 34 anni che non la vedeva e stanotte l’aveva sognata.
Annalaura ma per tutti solo Laura la matta!
Ricordava benissimo il loro primo incontro in una buia mattina in ospedale, primo turno, 6/14.
Nadia usciva dallo spogliatoio con la sua divisa e Laura stava entrando, si erano quasi scontrate, si capiva subito che era una “ nuova”.
Certo che Laura non passava inosservata, una massa di capelli neri, ricci naturali e indomabili su una faccetta buffa buffa, piccola e minuta, vestiva in un modo assurdo, come vestito portava una maglia da uomo e nemmeno troppo pulita, insomma, non sarebbe passata inosservata.
Nadia la salutò e si diresse verso il suo reparto.
Chissà perchè scelse il suo tavolo
quel giorno in mensa dando inizio alla loro amicizia, chissà cosa vedeva in Nadia, forse una simile a lei.
Inutile dire che fin da subito Laura fu fatta oggetto di critiche e di malelingue, ogni cosa che non andava era colpa sua!
Anche gli adulti fanno bullismo e di quello peggiore, siamo bravi a distruggere gli altri sapendo bene quello che vogliamo ottenere.
Laura era un bersaglio facile, figlia ribelle di una famiglia “bene” scappata di casa a 17 anni e ritornata quando era maggiorenne, si era diplomata e ora stava imparando la vita del mondo del lavoro.
Quante volte Nadia l’aveva pettinata e dato il suo camice pulito perché Laura, per l’ennesima volta, doveva andare in Amministrazione a scusarsi per cose mai commesse?
Laura la ribelle che frequentava gente pericolosa, allora erano i tempi delle Brigate Rosse e tanti suoi amici studiavano a Trento, troppo per certe persone.
Nadia sa che Laura è un grumo di dolore e di una sensibilità nascosta, l’ha sperimentato durante il suo ricovero d’urgenza in gine.
Ricorda ancora la sua allegria forzata con le lacrime nascoste dietro alla sua strafottenza nel dire “ hai un tumore”….
Nadia ricorda quando ha avuto suo figlio e Laura insisteva per essere allattata al seno, voleva provare, voleva sapere che sapore aveva il latte di mamma visto che la sua non l’aveva fatto.
Alla fine erano riusciti a licenziarla, avevano messo assieme una mole di accuse assurde e per questo Laura aveva agito legalmente e intanto si era iscritta all’università di Padova, per vivere faceva la baby sitter ai figli di un suo professore e ovviamente anche qui c’era dello “strano”… viveva con questa coppia e i loro due figli e erano dei nudisti convinti.
Quante risate ha fatto Nadia sentendo gli aneddoti raccontati dalla sua amica matta !
Dopo due anni Laura vinse la causa e ritornò solo per rimettere a posto le cose, si tolse qualche sassolino dalle sue stranissime scarpe e poi si licenziò…
Nadia si ricorda ancora come se fosse ieri l’ultima volta che vide Laura.
Ricorda il suono del campanello, il correre per le scale di Lura, il suo grido… “ devo pisciareeeeeeeeeeeeeeeee”
Fatta la pipì usci dalla casa come era entrata, correndo e spiegando che andava a Brescia e che sarebbe ripassata.
Nadia fisicamente non l’ha più rivista ma si sono sentite tante volte, poi la vita separa le strade delle persone e restano i ricordi e i sogni.
Restano i libri della dott. Annalaura, certo, perché Laura era e è un diamante e Nadia lo sapeva, bastava chiudere gli occhi e vederla com’era realmente.
Chissà che fine hanno fatto certe persone che giudicavano solo perché era facile attaccare Laura per quello che era…. Una persona vera e senza maschere e che viveva una vita diversa dalla loro e solo per questo dava loro il diritto di massacrarla sull’altare dell’ipocrisia.
Ciao Laura sei e resterai una splendida luce nel mio cuore 

TORTELLONI...

Fuori fa caldissimo ma noi stiamo benissimo, abbiamo già iniziato ad assaggiare cose buonissime e con i cuginoni impariamo già a fare le lotte,

stiamo diventando fortissimi ... bellissimi lo siamo da sempre....miaooooooooooooooooo

GATTO INTELLETTUALE ...

PALMIRO DE LA SCIAMANA.

Questa foto è stupenda come lo è Palmiro, guardandola mi è venuto in mente lo spot che sta imperversando in tv sul leggere.

Tanti personaggi dello spettacolo (e già qui mi sorge un dubbio su chi siano i miti da seguire) ci dicono che loro "leggono" e che anche noi tutti dovremmo farlo, come se amare la lettura sia dettato da un loro dire.

Lettori si nasce, non si diventa, chi ama leggere sa cosa intendo, il leggere è come il respirare, è tuffare il naso nelle pagine e sentire tutta la libertà di questo mondo.

Personalmente ho sempre letto, ho letto sotto alle coperte con la pila perchè la correntre costava.

Ho letto davanti al giudizio lapidario di mia nonna " sono solo le donnacce che leggono" .

Ho letto e poi confessato il mio più grande peccato " ho letto libri inadatti".

Anche il mio unico furto è stato un libro, (non avevo soldi e io DOVEVO AVERE QUEL LIBRO) per poi passare tutta la vita a chiedere scusa per quel gesto.

Ricordo con tenerezza  la bimba che ero,  che in una mattinata piovosa in cerca di funghi si è  trovata in un rifugio in alta montagna e lì, buttato nel cesto per la legna c'era il libro Guerra e Pace con poche pagine mancanti, ricordo ancora la sensazione bellissima di vedere la quantità di pagine e si, anche lì ho rubato.

Ho rubato e letto quel libro, avevo 8 anni, è un ricordo bellissimo, da allora ho sempre amato gli scrittori russi.

Ho girato il mondo con i libri.

Non mi sono mai sentita sola, ho sempre avuto compagni meravigliosi con me, che importa se ero la bimba lasciata sempre fuori da ogni possibile gioco?

Certo, ero strana e forse lo sono ancora, ero e sono quella che si basta da sola .

Mi piace anche scrivere ... ma non penso di essere una scrittrice, farei ridere con la mia terza media e so di sbagliare parecchio e c'è chi cerca di farmi capire l'acca che, boia lei, non la capisco mai!

Ci sono tante persone che amano mettere in mostra un titolo di studio e magari hanno solo fatto un anno o due di superiori ma ti spiegano che hanno perfino un master, mi fanno sorridere.

Forse si crede che  leggere che si è dottori oppure magistrati ecc. ecc. cambia qualcosa?

Che automaticamete si è in una lista previlegiata?

Non so, è come dire che si è andati alle Canarie e si sono fatte le ferie chiusi in casa, pensavo fosse un detto ma mi sono resa conto che ci sono questi casi, assurdo e per chi poi...

Lo ammetto, sono un'ignorante e me ne sono sempre resa conto, ignorante sul fatto che non ho studiato e che certe volte chiedo ancora a Dario o ai miei figli il significato di una parola.

Ignorante da sempre quando mi trovo in compagnia (sempre stato così) dei nostri amici che hanno fatto le scuole " alte"  ma che non sono seconda a nessuno..... almeno io la penso così e non mi serve inventarmi nulla per essere come sono.

Anche questa campagna pubblicitaria sul leggere è patetica, si legge sempre di meno, anche le librerie chiudono e questo mi fa una tristezza fortissima.

La libertà sta nella conoscenza ma secondo me non dovrebbe essere una Belen o una de Filippis a incitare i giovani a leggere, però è una mia opinione e come tutte le opinioni va presa come si vuole....

 

 

 

NOI..... CHEOPE, CALIPSO E CHESTER

Abbiamo quasi due mesi e i nostri occhi stanno cambiando colore... stiamo diventanto GRANDIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

Contatti

ALLEVAMENTO AMATORIALE

CON AFFISSO


GATTI CERTOSINO DE LA SCIAMANA

BRESCIA

DI SEGUITO GLI UNICI CONTATTI VALIDI

+39 377.6874616

TUTTE LE MIE GRIGIE e GLI STALLONI SONO STATI TESTATI TRAMITE PRELIEVO EMATICO PER IL RENE POLICISTICO (PKD GENETIC TEST) al laboratorio VETOGENE di MILANO, ECOGRAFICAMENTE PER HCM, ovviamente testati anche per FIV, FELV

GATTINI DISPONIBILI

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Foto

RAMESSE DEL BORGO MATTO

ELORA E BODI DHARMA DE LA SCIAMANA

ZOE DE LA SCIAMANA

tanus

TANUS DI SANTA FIORA

TRE CUCCIOLI NATI DA BODI DHARMA E DA TANUS DI SANTA FIORA

REBECCA DEL BORGO MATTO

BODI DHARMA

" Perle d'Ambra in uno scrigno di grigia bellezza "

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Ultimi saluti

Ciao cesy....finalmente sono riuscita a mettere un' impronta pure io e.....sarò scontata ma conoscere la tua famiglia umana e certosina e' stata una gran cosa...mi hai dato Penelope e lei....e' fin dentro alle mie ossa...oltre che nel mio cuore ovviamente....ti ringrazierò all'infinito. Un bacio e a presto!
Ciao Cesy.....!
ciao Cesy...sono venuta a trovarti....te l'avevo promesso quando ci siamo viste a Caffaro. Ero certa che mi sarebbe piaciuto il tuo blog ....è un po' come perdersi in un mondo parallelo...un mondo fatato, come il tuo giardino dei ribes.... un bacione
Piccole,fantastiche,magiche creature..... Presto la nostra famiglia si allargherà, accogliendo un piccolo della Sciamana. Non vediamo l'ora che arrivi quel momento!
I Topolotti... i tuoi gesti gli sguardi di mamma Rebecca. E' proprio così, pure noi saremo ripetitivi ma il tuo è un mondo puro, magico...parallelo rispetto al fluire di azioni meccaniche risonanti di vuoto e parole inutili.. il tuo mondo è come te.., come voi. E' empatia, dialogo interiore, energia buona che vuole passare da tutti i pori di anima e corpo..anche dal silenzio, dalla s...

Da sapere!

Quando si decide di acquistare un gattino da compagnia di razza è bene non farsi prendere dall’entusiasmo e dalla frenesia di avere subito un cucciolo da portare a casa ed effettuare invece una ricerca facendo particolarmente attenzione ad alcuni aspetti molto importanti onde EVITARE DI ESSERE TRUFFATI oltre che ASSICURARSI DI ACQUISTARE UN GATTINO SANO. Accertarsi sulla salute del cucciolo che si desidera acquistare vi eviterà dispendiose cure veterinarie in seguito.

DA CHI ACQUISTARE IL CUCCIOLO
Se volete comprare un cucciolo di razza è consigliabile cercare un allevamento “serio”. Non sostenete i negozi che vendono animali, perché i cuccioli che vedete dai negozianti sono cuccioli quasi certamente provenienti dal traffico d'animali oppure da pseudoallevamenti che producono cuccioli “in batteria” solo per essere venduti nei negozi ad un prezzo basso e siate cauti nei confronti di annunci su siti commerciali, in entrambi i casi potreste finire con un gattino malato e/o svezzato troppo presto. In ogni caso, contattate più di un allevatore prima di comprare un cucciolo e cercate un allevatore disponibile a fornirvi tutta la documentazione, le informazioni e le garanzie necessarie, parlate con lui anche di eventuali problemi di salute legati alla razza che vi interessa. Assicuratevi che siano stati effettuati tutti i test, genetici e non, sui genitori che il cucciolo sia stato sverminato e che abbia completato il ciclo delle prime vaccinazioni, che sia cresciuto con amore, in un luogo pulito e igienico e non in una gabbia. Se possibile, prima di acquistare un gattino, visitate l'allevamento e se intuite che qualcosa ''non va'' in un allevatore, cercatene altri.


QUANTO COSTA UN CUCCIOLO DI RAZZA?

Non è facile rispondere a questa domanda: dipende dalla razza (se è più o meno diffusa), dalla genealogia (il cucciolo potrebbe essere figlio di campioni e frutto di un lavoro di selezione in alta genealogia) e dall'allevatore. In genere in allevamento il prezzo di un cucciolo “da compagnia” può oscillare tra 600 e i 1.000 €.e. Acquistando il cucciolo da un privato la cifra può scendere, ma spesso i privati non presentano la stessa serietà degli allevatori ed è più facile trovare cuccioli che non abbiano tutte “le carte in regola”. Un acquisto dettato esclusivamente da una cifra allettante potrebbe non rivelarsi la scelta migliore, se tutto quello che avete risparmiato all'atto dell'acquisto lo dovete poi spendete in visite, esami ed interventi veterinari. Inoltre il costo di un gatto di razza non può essere determinato dalla presenza o meno del pedigree: il pedigree non ha un costo così elevato da giustificare dei prezzi bassi quando il gatto viene ceduto senza. Il costo reale del pedigree è di circa 15 -20 €.

CON PEDIGREE o SENZA?
Chi desidera un cucciolo da compagnia e non è interessato alla riproduzione o alle esposizioni feline, spesso ritiene che il pedigree sia inutile e in effetti, se il gatto verrà sterilizzato e passerà il resto della sua vita in casa, il pedigree “nella pratica” non servirà a niente. Va però ricordato che IL PEDIGREE È L'UNICO DOCUMENTO CHE ATTESTA CHE IL VOSTRO CUCCIOLO È DI RAZZA. Il pedigree è il certificato di iscrizione del gatto al Libro delle Origini (LO) di una determinata associazione felina. Questo significa che sul pedigree viene riportato l'albero genealogico del vostro gatto fino a molte generazioni indietro e viene così tenuta traccia della sua linea di sangue, pertanto solo il pedigree potrà garantirvi che il gattino appartenga realmente alla razza scelta. Se non avete alcuna preparazione specifica sulle razze feline potrebbero rifilarvi un meticcio spacciandolo per un gatto di razza. Acquistare un gatto con pedigree significa essere tutelati da eventuali truffe. E’ bene ricordare che per “gatto di razza” si intende un gatto in possesso di pedigree, pertanto chi promuove la vendita di cuccioli di razza senza pedigree infrange la legge italiana – Decreto Legge: DLG 529/1992 ART. 51 -

TEST DA RICHIEDERE
Per assicurarsi che il cucciolo che state acquistando sia sano, ci sono alcuni test che potete e dovete richiedere. Si tratta di test che vengono effettuati sui riproduttori, quindi validi per tutte le cucciolate: non vi è quindi la necessità di testare ciascun cucciolo se i genitori risultano negativi a tutti i test. Il test principale da richiedere è il FIV/FeLV. La FIV è in sostanza l'HIV dei gatti, mentre la FeLV è la leucemia felina. Sono patologie sostenute da virus trasmissibili da gatto a gatto, patologie incurabili e con prognosi infausta. Esistono poi delle patologie genetiche, come ad esempio la PKD nei Persiani e la HCM nei Maine Coon che colpiscono rispettivamente i reni e il cuore.

Salva

Salva

Salva

Salva